Roma–Museo del Vittoriano–15 Gennaio 2018

 

VISITA ALLA MOSTRA   “ CLAUDE  MONET , CAPOLAVORI DAL MUSÉE MARMOTTAN MONET  DI PARIGI” , ROMA – MUSEO  DEL  VITTORIANO – 15 GENNAIO 2018

Monet_2018b

Nulla lasciava presagire un tale entusiasmo da parte di ragazzi che si sono avvicinati timidamente all’Arte… e invece questa giornata è stata la conferma che numerosi e frequenti stimoli possono insegnare ad emozionarsi . E la magia dell’arte ha completato l’opera.

Nonostante la stanchezza ,dopo una mattinata ricca, dedicata alla visita del centro storico della capitale, gli alunni del triennio AFM, Turistico e la classe 3^ SIA dell’ITE hanno condiviso , con vivo interesse , la visita guidata alla mostra del pittore francese Claude Monet.

“Cogliere l’attimo” collega idealmente le opere del padre dell’impressionismo con la fotografia di un altro francese : Cartier Bresson , in mostra a Roma qualche anno fa . Infatti, entrambi hanno perseguito lo scopo di catturare un momento preciso e una luce particolare, che solo l’artista può vedere. Nel caso di Monet con un’attenzione particolare ai riflessi della luce sull’acqua.

Circa 60 opere, nucleo del Museo Marmottan Monet di Parigi, ricostruiscono l’intero percorso creativo del maestro , dalle caricature degli esordi ai ritratti dei figli, dai paesaggi impressionisti all’ultimo periodo nel verde di Giverny, con i monumentali salici e ninfee, i roseti e i ponticelli giapponesi, una sorta di “ giardino segreto” in cui ogni cosa si trasforma in luce e spazio e apre la strada alla modernità.

 

“ Ieri ho visto per la prima volta una mostra emozionante che mi ha fatto entrare in piena sintonia con un artista che, con la stupenda mescolanza di colori in pennellate vigorose mi ha regalato sensazioni sorprendenti, facendomi immergere nel quadro. Nonostante i coinvolgenti allestimenti virtuali che trasportano il visitatore tra le ninfee e i meravigliosi fiori, il dipinto “ Lever du soleil” è quello che più mi è piaciuto per il riflesso del sole rosso sull’acqua e la nebbia sottile che rende tutto sfocato e indefinito…” Luigia Piccioni  4^ C Turistico

 

“ Io devo forse ai fiori l’essere diventato pittore” diceva Monet. Una mostra minuta in termini numerici, quasi intima, in quanto presenta solo 60 opere dei 500 dipinti dell’artista, ma straordinaria proprio per la sua sintesi “. Eugenia Di Giosia  4^ C Turistico

“Abbiamo apprezzato l’originalità dell’allestimento che alterna i quadri autentici di Monet dal Museo Marmottan di Parigi, con suggestive proiezioni sulle pareti, accompagnati dalle musiche dell’epoca(…)”  Ilaria Del pinto, Rossella Velaj, Siria Ceci 5^C Turistico

 

“ Viaggio interessante con la visita dei luoghi più rappresentativi di Roma ma soprattutto la mostra di Claude Monet, un po’ noiosa ma unica occasione di vedere dipinti così famosi(…)” Zheng 3^ A SIA

“ Impressionismo ! e infatti siamo stati molto colpiti dall’impressione che ci hanno procurato dipinti come “ Il ponte giapponese”, “ la locomotiva”, “ Il Castello di Dolceacqua”, “ le ninfee” attraverso i quali sembrava quasi di sentire il rumore dell’acqua o l’umidità della nebbia sulla pelle !”        Antonella Di Leonardo, Alessandra Dolente, Davide Piccioni, Stefano Di Ventura 5^A AFM

“ I Professori ci hanno portati a visitare il Colosseo, il Pantheon, Piazza Navona, Piazza di Spagna, San Luigi dei Francesi con tre quadri del Caravaggio , le Sedi Istituzionali : Palazzo Chigi, Montecitorio, Palazzo Madama e nel pomeriggio la mostra di Claude Monet. Ma la parte del viaggio che mi è piaciuta di più è stato il tempo  trascorso in pullman…!”             Federico Di Pentima 3^ A SIA


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.